Voucher alla persona per l'acquisizione di servizi

Un contributo economico per coprire le spese di assistenza, proposto a quanti sono impegnati a entrare o rientrare nel mondo del lavoro oppure seguono brevi percorsi di rafforzamento per ampliare le proprie capacità professionali.

Cos'è

Il VOUCHER alla persona è stato pensato per agevolare nuovi ingressi nel mondo del lavoro e sostenere chi si trovi ad affrontare ostacoli dovuti ad esigenze di cura familiare.

Donne e uomini disponibili ad un inserimento al lavoro, ma con l'esigenza di assistere familiari (figli minori, anziani non autosufficienti, portatori di handicap, malati cronici e/o terminali…), possono richiedere il rimborso delle spese sostenute per scuole, asili nido, baby sitter, badanti...

Il voucher va richiesto al Centro per l'Impiego qualora si decida di:

  • iniziare uno stage
  • frequentare un corso di formazione professionale
  • si inizia a lavorare

Sono rimborsabili importi massimi mensili di € 1.000, oneri fiscali compresi, per un periodo di 12 mesi precedenti all'inserimento lavorativo, prorogabili.

Oltre al vincolo dell'importo e del periodo, occorre che la persona da assistere sia parente o affine fino al 3° grado (padre, nonno, bisnonno, figlio, nipote, pronipote, suocero, cognato...)

Informazioni

Le modalità di applicazione del voucher sono reperibili nella sezione politiche del lavoro del sito oppure presso i Centri per l'Impiego o alla Provincia (info.lavoro@provincia.cuneo.it).

AllegatoDimensione
Linee guida per la gestione del voucher alla persona per l'acquisizione di servizi162.86 KB
Aggiornato il 12.09.2011
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017