Perimetrazione degli abitati

Referenti

L'art. 81 della L.R. 56/77 e s.m.i prevede che " Le perimetrazioni dei centri abitati di cui all'articolo 12, comma 2, numero 5 bis), possono far parte dei contenuti di varianti almeno strutturali ai sensi dell'articolo 17, comma 4, oppure sono adottate dal comune o dalla forma associativa che svolge la funzione in materia di pianificazione urbanistica. In quest'ultimo caso, a seguito dell'adozione, sono inviate alla Regione che può nel termine di sessanta giorni presentare osservazioni alle perimetrazioni adottate, per l'osservanza dell'articolo 12, comma 2, numero 5 bis) e per la tutela delle preesistenze storico-artistiche, ambientali e paesaggistiche. Trascorso tale termine senza che siano intervenute osservazioni, il comune o la forma associativa che svolge la funzione in materia di pianificazione urbanistica approva la perimetrazione"

Il Comunicato dell'Assessore ai rapporti con il Consiglio Regionale, Urbanistica e Programmazione territoriale, paesaggio, edilizia residenziale, opere pubbliche, pari opportunità, pubblicato sul b.u.r. 44 del 31.10.2013, ha fornito chiarimenti in merito alla perimetrazione del centro o nucleo abitato ai sensi della L.R. 56/77 definendo criteri e indicazioni procedurali.

Per quanto riguarda le Province è previsto che:

  • nel caso in cui la perimetrazione faccia parte di una variante almeno strutturale:
    • "La perimetrazione deve essere trasmessa alla Regione e alla Provincia contestualmente agli altri elaborati della variante, in formato shapefile o dxf, in coordinate UTM/WGS84, nonchè ove possibile in formato pdf firmato digitalmente ai sensi di legge e in formato cartaceo";
  • nel caso in cui la perimetrazione sia adottata con Deliberazione Consiliare:
    • "La perimetrazione approvata è trasmessa a Regione e alla Provincia competente in formato shapefile o dxf in coordinate UTM/WGS84, nonchè ove possibile in formato pdf firmato digitalmente ai sensi di legge ed in copia cartacea";

Per quanto concerne la Provincia di Cuneo in entrambi i casi sopra evidenziati risulta prioritaria la trasmissione secondo quanto di seguito indicato:

  • Nel caso in cui la perimetrazione faccia parte di una variante almeno strutturale, in aggiunta agli elaborati di PRGC trasmessi secondo le normali procedure (sia nel caso di adozione che nel caso di approvazione definitva dello strumento urbanistico) è necessario inviare:
    • perimetrazione in formato shapefile georeferito preferibilmente in coordinate WGS84 ovvero, in subordine, in formato dxf georeferito preferibilmente in coordinate WGS84.
  • Nel caso in cui la perimetrazione sia adottata con Deliberazione Consiliare:
    • invio alla casella di posta certificata della Provincia della perimetrazione (e della delibera di approvazione della stessa) in formato pdf firmato digitalmente ovvero pdf semplice corredato da certificazione del materiale informatico come da modello;
    • invio alla casella di posta certificata della Provincia della perimetrazione in formato shapefile georeferito preferibilmente in coordinate WGS84 ovvero, in subordine, in formato dxf georeferito preferibilmente in coordinate WGS84;

Qualora le dimensioni dei file di cui sopra superino la capacità delle caselle di posta elettronica provinciali, si consiglia di prendere contatto con gli uffici per concordare diverse modalità di trasmissione.

L'invio di eventuale materiale cartaceo e/o di supporti digitali (CdRom-DVDRom, ecc..) potrà avvenire tramite posta ordinaria ovvero essere depositato presso il servizio protocollo della Provincia.

Aggiornato il 06.02.2015
© Provincia di Cuneo 1999 - 2016