CUG Comitato Unico di Garanzia

Comitato Unico di Garanzia (CUG)

La Provincia di Cuneo, con Decreto Dirigenziale del Segretario Generale n° 2/2017,  ha nominato, per il periodo 2017-2021, i componenti del "Comitato unico di garanzia per le pari opportunità, la valorizzazione del benessere di chi lavora e contro le discriminazioni" in attuazione della legge 183/2010 art. 21 "Deleghe al Governo in materia di lavori usuranti, di riorganizzazione di enti, di congedi, aspettative e permessi, di ammortizzatori sociali, di servizi per l'impiego, di incentivi all'occupazione, di apprendistato, di occupazione femminile, nonché misure contro il lavoro sommerso e disposizioni in tema di lavoro pubblico e di controversie di lavoro".

Cos'è

Il CUG, i cui componenti restano in carica 4 anni, sostituisce, unificandone le competenze, il Comitato per le Pari Opportunità e il Comitato Paritetico sul fenomeno del mobbing come previsto dalla legge 183/2010. 

Il CUG è un organo collegiale ed opera in stretto raccordo con il vertice dell'amministrazione ed esplica le proprie attività nei confronti di tutto il personale dell'ente.

E' formato da componenti designati da ognuna delle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative e da un uguale numero di rappresentanti dell'Amministrazione, nonché da altrettanti componenti supplenti.

Sono membri effettivi del CUG

  • RISSO Alessandro, con il ruolo di Presidente
  • BESSONE Roberto
  • GIORDANO Valter
  • MAGNABOSCO Paola
  • PEIA Bruno
  • ROSSI Michela

Sono membri supplenti del CUG

  • BRACCO Paolo
  • BONGIOVANNI Claudio
  • BARALE Laura
  • DADONE Raimondo
  • GALVAGNO Daniela
  • VALLAURI Carla 

Obiettivi

Gli obiettivi dei CUG sono stati delineati nei dettagli tramite una Direttiva del 4 marzo 2001
del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione e della Ministra per le Pari Opportunità.

Essi sono volti ad assicurare parità e pari opportunità dei dipendenti, diffondere una cultura volta alla non discriminazione e favorire la produttività del lavoro pubblico attraverso il benessere dei lavoratori e delle lavoratrici, anche nell’accesso al lavoro, nel trattamento economico, nelle condizioni di lavoro, nella formazione, nelle progressioni di carriera e nell’ambito della sicurezza.

L'ambito di competenza dei CUG interessa la lotta alle discriminazioni in ragione del sesso, dell’età, dell’orientamento sessuale, della razza, dell’origine etnica, della religione, della disabilità e della lingua.

Compiti

Il CUG, nell'amministrazione di appartenenza, esercita compiti propositivi, consultivi e di verifica ed in particolare:

  • promuove e sostiene i principi di parità, pari opportunità e tutela nei confronti di qualsiasi discriminazione (di genere e non);
  • favorisce l'ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico attraverso la realizzazione di un ambiente di lavoro caratterizzato da benessere organizzativo e rispetto dei principi di pari opportunità;
  • propone piani per favorire l'uguaglianza sul lavoro tra uomini e donne e la cultura della parità, le politiche di conciliazione vita e lavoro, il benessere lavorativo e interventi quali indagini di clima, codici etici e di condotta;
  • formula pareri su: progetti di riorganizzazione dell'amministrazione di appartenenza, piani di formazione del personale, orario di lavoro (flessibilità e orario di lavoro, part-time, congedi, formazione, progressioni di carriera), interventi di conciliazione, criteri di valutazione del personale, contrattazione integrativa sui temi che rientrano nelle proprie competenze;
  • verifica i risultati delle azioni e dei progetti in materia di conciliazione vita e lavoro, gli esiti delle azioni di promozione del benessere organizzativo e di prevenzione del disagio lavorativo, delle azioni di contrasto alle violenze morali o psicologiche nel luogo di lavoro, interventi di contrasto ad ogni forma di discriminazione nelle condizioni di lavoro, nella formazione professionale, negli avanzamenti di carriera e nella sicurezza sul lavoro.
Per informazioni e contatti:

Sandra Vaccaneo

Argomenti correlati

Aggiornato il 10.04.2017
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017