Linee Guida per l'Utilizzazione Energetica delle Biomasse Vegetali

Referenti

Con Deliberazione n. 149 del 21 aprile 2009, la Giunte Provinciale ha approvato le "Linee Guida per l'Utilizzazione Energetica delle Biomasse Vegetali".

La Provincia di Cuneo, a seguito dell'avvenuto trasferimento delle competenze in materia di energia, dallo Stato e dalla Regione Piemonte ai sensi del Decreto Legislativo 112/98 e delle Leggi Regionali  n. 44/2000 e 23/2002, è tenuta alla redazione ed all'adozione di programmi di intervento per la promozione delle fonti rinnovabili e del risparmio energetico. In tale ottica, vista la necessità di dare risposte rapide alle problematiche più pressanti, l'Amministrazione Provinciale ha deciso di redigere un Piano Energetico territoriale suddiviso in stralci, inquadrando per passi successivi le diverse fonti energetiche. Condizione fondamentale per poter iniziare il lavoro di programmazione territoriale è la conoscenza delle effettive esigenze energetiche del territorio, passate ed attuali.

Tali dati sono stati raccolti all'interno di uno specifico Bilancio Energetico Provinciale, che ha lo scopo di caratterizzare il territorio attraverso la definizione dello sfruttamento energetico, suddividendo quest'ultimo tra le diverse fonti di alimentazione e le classi merceologiche degli utilizzatori.
Alla luce di ciò e vista la potenzialità teorica delle biomasse all'interno della provincia di Cuneo, si è deciso di dedicare il primo stralcio di piano all'utilizzo energetico delle biomasse vegetali, con l'obiettivo di incentivarne un'utilizzazione energetica sostenibile, che tenga conto sia delle esigenze di sviluppo della filiera legno-energia territoriale, che dell'impatto ambientale degli impianti alimentati con questo tipo di combustibile. Risulta infatti evidente come, allo stato attuale, benché incentivata dalla legislazione nazionale, non esista una filiera consolidata di raccolta ed utilizzo delle biomasse a livello territoriale.

Tale carenza comporta uno sfruttamento disomogeneo della risorsa disponibile, lasciando inutilizzata una parte sostanziale del patrimonio forestale con conseguenze dirette sia sotto il profilo ambientale che sociale.

La prima parte di questo documento è quindi dedicata alla valutazione dell'effettiva potenzialità delle biomasse all'interno della provincia di Cuneo, stimandone la disponibilità e la localizzazione all'interno del territorio. Tale passaggio risulta fondamentale al fine di poter concretamente valutare la quantità e la qualità della risorsa a livello provinciale, suddividendo il territorio secondo le diverse Comunità montane, zona collinare e planiziale. Nella seconda parte dello stralcio di piano, vengono riportati alcuni cenni tecnologici relativamente alle possibili soluzioni impiantistiche presenti sul mercato per lo sfruttamento energetico delle biomasse, nonché dei sistemi di abbattimento delle emissioni inquinanti prodotte riportandone le modalità di utilizzazione al fine di esercire tali impianti secondo le Best Available Techniques (BAT), predisposte dalla Commissione Europea.

Il capitolo conclusivo è quindi dedicato alla specificazione di alcune linee guida che, inquadrate all'interno della legislazione vigente, portino all'attenzione dei proponenti le principali criticità sollevate in sede di autorizzazione degli impianti a biomassa, con i contestuali obiettivi attesi da parte degli uffici provinciali. E' fondamentale sottolineare come tali linee guida non siano prescrittive, ma vogliano rappresentare uno strumento di confronto, utile ai potenziali proponenti di impianti di produzione di energia elettrica, atto ad esplicitare, in fase propositiva, quali saranno i possibili argomenti di disamina tecnica che verranno affrontati in sede di Conferenza dei Servizi da parte degli uffici provinciali.

Lo scopo finale di questa pianificazione è, infatti, quello di essere un valido strumento a disposizione sia degli enti pubblici che dei progettisti, finalizzato da un lato a specificare le effettive risorse territoriali, dall'altro a semplificare la fase autorizzativa rendendo note a priori le criticità tecniche generali legate alla realizzazione di un impianto di produzione di energia elettrica alimentato a biomassa vegetale.

Infine è utile specificare come vengano espressamente esclusi, dalla trattazione della presente pianificazione, gli impianti alimentati a biogas derivato da processi biochimici, in quanto, questi ultimi, verranno approfonditi in uno specifico stralcio di piano.

AllegatoDimensione
Linee Guida per l'Utilizzazione Energetica delle Biomasse Vegetali3.58 MB
Aggiornato il 13.10.2016
© Provincia di Cuneo 1999 - 2017